Gianfranco Artusi - Foto d'arte, natura e subacquea...
Home

Video + Contatto

Sub

Algeria

Cambogia

Cuba

Egitto

Filippine

India

Italia

Kenia

Libia

Mare Mediterraneo

Marocco

Myanmar

Sri Lanca

Thailandia

Tunisia

Turchia

Vietnam

Egitto

Culla di una delle più grandi civiltà del passato, dai Greci considerata fonte di ogni saggezza. Le gesta dei faraoni sono istoriate nei monumenti a loro dedicati, templi e piramidi. Tierra piena di patrimoni archeologici di inestimabile valore; terra che ha offerto nel corso dei secoli motivo di interesse per cio che fu, che è stato e che potrà essere, prendend spunto da coloro che crearono opere bellissime o di interesse ingegneristico come Suez o Assuan. Opere come il Monastero di S. Caterins nel Sinai ci fanno meditare su testimonianze di fede in una terra in cui l'islamismo è predominante. Il giardino di Allah, cosi viene chiamato il mare che lambiscelle le coste di questa terra; a giusta ragione definito così per la bellezza che cela nei suoi fondali; un giardino di colori bellissimi e di una miriade di pesci coloratissimi.

Anche se la maggior parte dell'Egitto è comosto da terre aride, tante piante e animali sono evoluti in modo da poter resistere alle elevate temperature e ai lunghi periodi di siccità. Gli uomini tuttavia si sono meno abituati al clima desertico e solo una piccola percentuale vive nelle oasi del Deserto Occidentale, mentre il 96 per cento risiede nel Delta o lungo la Valle del Nilo. I mari egiziani gorgogliano di vita marina e le barriere coralline del mar Rossosono uno dei più preziosi ambienti naturali del pianeta.L'immagine più nota del deserto è una vasta distesa di sabbia. Tuttavia, anche l'interno roccioso del Sinai viene considerato un deserto, per la definizione delle aree con meno di 25 cm di pioggia all'anno. Queste zone sono caratterizzate da forti venti, che erodono e modellano le rocce creando la sabbia delle grandi e maestose dune. L'agricoltura nelle oasi è vitale per l'economia del paese, poiché fornisce grandi quantità di canna da zucchero, datteri, fichi e molli altri prodotti. Il massiccio roccioso del Sinai raggiunge anche i 2000 m. Questa zona, piena di wadi (fiumi asctutti), torna in vita con le rare inondazioni. Il terreno viene irrigato da un complesso sistema di canali e dighe. Si ottengono così terre umide, che costituiscono un ambiente ideale per gli aironi, i quali si nutrono di rane, insetti e piccoli rodi/ori. 
 
 

Arte
Arte - 2007
Deserto
Deserto
Deserto
Deserto
Deserto
Deserto